28 November 2010

Analisi meteo

3/12/10 - Analisi meteo: Grande variabilità nei prossimi giorni, dall'Artico all'Africa in 24 ore
Ultimi brividi freddi per il paese, da domenica si apre una fase mite ma sempre variabile tnp_analisi_modelli.php
Questo inizio di inverno si sta rivelando estremamente dinamico sul comparto euro-mediterraneo, infatti si stanno ripetendo da ormai parecchi giorni irruzioni di aria artica su gran parte del continente, le quali hanno apportato una fase meteorologica estremamente rigida per il periodo, mentre il nostro paese continua ad essere al limite tra irruzioni di aria fredda e risalite di aria calda dal nord Africa, come è giusto che sia data la notevole estensione latitudinale. Nelle giornate di oggi e domani avremo un affondo artico sul nostro paese, il quale genererà insidiose piccole depressioni che velocemente potranno arrecare instabilità a macchia di leopardo, specie al nord est e regioni appenniniche, con annesse brevi nevicate; il fine settimana trascorrerà comunque in un contesto variabile, con ampi spazi soleggiati, specie al nord-ovest e regioni tirreniche.
tnp_analisi_modelli.php
Da domenica è atteso un cambio di circolazione sul nostro paese, infatti le correnti umide e miti sostituiranno quelle artiche che attualmente affluiscono, generando un peggioramento del tempo, che si tradurrà con nevicate sparse al nord-ovest e sui settori alpini centro-occidentali, mentre altrove giungerà molta pioggia, soprattutto nel corso di lunedì, quando le correnti miti prenderanno il sopravvento sul cuscinetto freddo e arrecheranno pioggia anche sui monti. Sembra poi probabile un periodo mite e stabile in coincidenza con la festività dell'8 dicembre, grazie alla risalita di un cuneo anticiclonico, ma già da giovedì 9 si metterà in moto una nuova potente irruzione fredda che stavolta dovrebbe giungere dai quadranti orientali con un netto interessamento dei settori adriatici durante la seconda parte della settimana prossima; le conseguenze di questo nuovo affondo freddo saranno tutte da valutare. Quello che è certo è comunque la notevole dinamicità che sta proponendo questo inizio di inverno e sono certo che anche nelle prossime settimane si avrà altrettanta vivacità; si stanno quindi avverando le previsioni dei centri di calcolo riguardo il rigido inverno sull'Europa.
|